Accedi/Registrati
Negozi


Con alle spalle una lunga carriera di successo sui fairways di tutto il mondo, Paul McGinley è stato scelto per capitanare la squadra Europea della Ryder Cup 2014 sul campo di Gleneagles.

 

PAUL MC GINLEY

Con alle spalle una lunga carriera di successo sui fairways di tutto il mondo, Paul McGinley è stato scelto per capitanare la squadra Europea della Ryder Cup 2014 sul campo di Gleneagles. Già vincente nel 2004 e nel 2006, è però al suo debutto, nel 2002, che si è aggiudicato un posto d’onore nella tradizione golfistica riuscendo, grazie ad un formidabile putt imbucato da 3 metri e mezzo, a portare il suo team alla vittoria.
Un successo fenomenale quello di Paul alla Ryder Cup attribuibile a diversi fattori, primo tra tutti la sua abilità di essere parte integrante ed attiva di una squadra. 'Alcuni psicologi potrebbero analizzare questo aspetto e collegarlo alla mia infanzia, sono cresciuto giocando a calcio gaelico, hurling e calcio' afferma 'Mi piace fare parte dello spogliatoio, relazionarmi con i miei compagni, stare spalla a spalla con loro perché sono persone con cui condivido lo stesso senso di responsabilità e lo stesso obiettivo'.
Allo stesso tempo è molto importante il processo di preparazione mentale che gli permette di raggiungere quella concentrazione e quello stato di tranquillità (zen) necessari per tirare il colpo vincente anche quando la pressione è ai massimi livelli.
'Chiunque pratichi uno sport a livello agonistico, che sia golf o calcio, ha bisogno della sua zona zen. La mattina prima di una gara il mio obiettivo è di concentrarmi profondamente per raggiungere quella 'zona'. Meno parlo con gli altri e meglio è. Cerco di ripassare mentalmente tutti i passaggi, penso su cosa devo focalizzarmi mentre gioco, i movimenti chiave dello swing, del putting. Quando arrivo alla partenza controllo la posizione delle bandierine delle 18 buche, le analizzo una ad una, e delineo la strategia di gioco del percorso'.
Nella sua intervista per il 200 Steps, McGinley, spiega in dettaglio questo concetto dimostrando la sua innata comprensione dell’importanza del lato psicologico nel Golf. È questa sensibilità che permette a McGinley di avere una marcia in più rispetto ad altri giocatori, ugualmente bravi a livello tecnico.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI 200 STEPS
 

IL LOOK

Giacca sportiva due bottoni in lana seta con dettagli scamosciati. Camicia azzurra in cotone. Cravatta in seta con texture Canali. Pantaloni grigi in lana e seta.


SCOPRI